Consulenza organizzativa e coaching

Consulenza organizzativa e coaching

Il consulente organizzativo è la figura professionale che con il suo lavoro supporta il management o l’imprenditore nella pianificazione strategica e nella creazione di valore.

Per aumentare la competitività e il valore di un’impresa è sempre più necessario ideare e realizzare interventi mirati allo sviluppo dell’organizzazione ed adeguarla alle esigenze di cambiamento continuo a cui è sottoposto il mercato.
La gestione strategica delle Risorse Umane richiede di credere e investire nelle persone per migliorare le performance aziendali.

L’analisi preliminare, quella indicata come check up aziendale, fornisce la fotografia della situazione dell’organizzazione. Si compone di una prima fase in cui viene osservato il funzionamento dell’azienda, partecipando a riunioni operative, conducendo interviste mirate in modo da focalizzare il clima emotivo, l’attenzione ai processi, l’adeguatezza della comunicazione, lo stile di leadership.

Il tempo dedicato a questa attività non è mai troppo perché fa raccogliere le preziose informazioni da utilizzare sia per l’immediato piano di intervento sia per future azioni di miglioramento.

Un punto di vista esterno, professionalmente preparato, riesce a vedere cose che la lunga consuetudine può mettere in ombra.  E’un lavoro delicato, basato sull’osservazione, sull’ascolto e sul contatto.

L’articolazione del piano degli interventi e della formazione è la naturale conseguenza del check up. Si può proporre di intervenire sui punti deboli o su quelli forti, nelle aree in cui si presentano minacce o opportunità, secondo un ordine di priorità che viene definito di concerto con il committente.

Dopo la prima analisi e la definizione del piano di intervento, con l’inizio delle attività definite, viene effettuato un costante monitoraggio che viene elaborato in report consegnati al vertice aziendale e con incontri in cui si valutano i risultati conseguiti al momento e si decidono eventuali interventi correttivi.

La consulenza di questo tipo ha due finalità di fondo: aiutare la struttura a sviluppare progetti nell’ambito di un quadro strategico e far crescere la cultura delle persone addestrandole sul campo mentre si affrontano e si risolvono i loro problemi.

In particolare, alcuni dei casi in un cui una consulenza organizzativa può essere funzionale sono:

  • comprendere i bisogni dell’organizzazione in un momento di stagnamento e/o nell’ottica di miglioramento della performance;
  • per sostenere e velocizzare l’inserimento di nuove risorse
  • Conflitti all’interno di unità organizzative (generalmente i conflitti derivano da disfunzionalità)
  • Necessità di miglioramento della struttura organizzativa e dei processi aziendali
  • ricollocazione di personale interno per ristrutturazione
  • Passaggio generazionale
  • Analisi delle potenzialità